E’ allarme per il virus West Nile in tutta la Lombardia. E nel Mantovano è stata registrata la prima vittima del virus. All’ospedale Carlo Poma di Mantova si è spenta ieri una 77enne residente a Castelletto Borgo, frazione di Mantova. Eda Taffurelli, operaia in pensione, era stata ricoverata il 14 agosto scorso in preda a una febbre altissima ed è deceduta senza mai riprendere conoscenza. La donna soffriva di altre patologie. Sono altre sei le persone ricoverate al Poma per il virus West Nile, tutte anziane e con malattie neuro invasive, ora in via di guarigione. Finora i casi di febbre del Nilo si sono verificati a Mantova (tre), Quistello, Moglia, Felonica e Suzzara. E alla luce di quanto è accaduto sul territorio, sentiamo il parere dell’esperto su come il virus si trasmette, su come si cura, su quali siano i sintomi da non sottovalutare. Sentiamo le parole del Dottor Guglielmo Migliorino, Primario del Reparto di Malattie Infettive dell’ospedale San Gerardo di Monza.

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata