Si parla di acque termali e malattie del sistema circolatorio nella puntata di ‘Pillole di salute dalle terme’. Il dottor Massimo Gualerzi, direttore sanitario delle terme di Salsomaggiore e Tabiano, intervistato dalla giornalista Loretta Gregori,  ha spiegato che fino  a  non  molti  anni  fa  per  insufficienza  venosa  si  intendeva  la malattia  varicosa  e  le  sequele  di  tromboflebiti  profonde.

Ora è sempre maggiore il numero di pazienti che, senza essere portatori di varici o sequele  di  tromboflebiti, presentano disturbi agli arti inferiori simili a
quelli dell’insufficienza vascolare classica (edema, pesantezza agli arti, teleangectasie, formicolii, dolore al polpaccio, crampi notturni). Il danno in questo caso non è a carico delle grosse vene ma del microcircolo; si parla quindi di insuffi cienza venosa  cronica  funzionale.
Per chi soffre quindi di questi disturbi, le Terme, ed in particolare quelle che possiedono l’acqua salsobromoiodica, propongono trattamenti specifici che svolgono un ruolo curativo ma soprattutto
preventivo.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata