La Fondazione Louis-Jeantet ha assegnato a Luigi Naldini il premio Louis-Jeantet 2019 “per la sua pionieristica attività di ricerca, che ha portato la terapia genica dal contesto sperimentale alle prime applicazioni cliniche, grazie a cui sono già stati trattati pazienti con diverse malattie genetiche”.

Lo rendono noto l’ospedale San Raffaele e la Fondazione Telethon. Naldini è direttore dell’Istituto San Raffaele Telethon per la Terapia Genica di Milano (SR-Tiget) e professore ordinario presso l’Università Vita-Salute San Raffaele.

“Da quando è stato indetto nel 1986 fino ad oggi, i Premi Louis-Jeantet – si legge nella nota – sono stati attribuiti a 90 ricercatori di fama internazionale, di questi ben 12 hanno successivamente ricevuto il Premio Nobel. Insieme a Luigi Naldini, il premio è andato anche a Botond Roska, uno dei direttori fondatori dell’Istituto di Oftalmologia Clinica e Molecolare a Basilea (IOB), per lo sviluppo di strategie terapeutiche per il trattamento dei difetti della retina”.

La cerimonia di premiazione si terrà mercoledì 10 aprile 2019 in Svizzera a Ginevra.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata