Cani, Gatti & Compagnia: unità cinofile Anpas e Giacomo Lucchetti

In questa puntata di ‘Cani, Gatti & Compagnia’ abbiamo Unità cinofile ANPAS ci parlano del loro intervento ad Amatrice, invece con il pilota animalista Giacomo Lucchetti referente di ‘Cuori in Corsa’ scopriremo il nuovo progetto a sostegno degli animali.

In studio con la conduttrice Natalie Baronio abbiamo Giuseppe Cerza, Direttore del Centro Addestramento Tecnico Sanitario UST Trento, referente regionale Unità cinofile ANPAS Trentino e istruttore cinofilo di cani di valanga e superficie, Giampaolo Scarpa, Presidente dell’Associazione Cinofili Sestieri (Venezia) e formatore di cani da ricerca dispersi in superficie e su macerie e Veronica Groppo, Vice Presidente dell’Associazione Cinofili Sestieri e volontaria referente regionale unità cinofile ANPAS ci parleranno del loro intervento ad Amatrice.

Insieme ci parleranno delle unità cinofile Anpas, che fanno parte del settore protezione civile Anpas che ne garantisce la preparazione tecnica ed operativa di ogni realtà locale. Queste unità cinofile, composte da volontari conduttori e cani, vengono impiegate in attività di ricerca persone scomparse, salvamento in acqua, pet therapy e soccorso in situazioni di calamità e in tutti gli interventi in cui la loro presenza venga ritenuto di valido supporto.

La professionalità tecnica, la capacità operativa e l’organizzazione che contraddistingue il settore della Protezione Civile in Anpas, ha fatto delle Unità Cinofile da soccorso una componente indispensabile per ottimizzare le risorse e i tempi nella ricerca di persone scomparse.

In studio con grande piacere avremo anche Giacomo Lucchetti, pilota animalista e referente di ‘Cuori in corsa‘ il tre volte Campione d’Italia (2010, 2013 e 2014) di motociclismo classe 250cc. Grand Prix, dal 2012 testimonial ufficiale di E.N.P.A. che correrà nella National Trophee e sarà il primo italiano con la tuta 100% vegan.

Aggressivo in pista quanto determinato nelle campagne animaliste, Giacomo unisce queste due ragioni di vita ogni qualvolta sale in moto supportato dalle magnifiche persone che compongono il suo staff tecnico.

Vegetariano da sedici anni, quando gli si domanda il perché di questa scelta, risponde semplicemente: “Amo davvero gli animali, dunque non li uccido e non li mangio“.
Queste caratteristiche fanno di Giacomo un personaggio nel mondo dei motori continuamente sotto l’attenzione degli addetti: “Forse  grazie  anche  a questa specie di barboncino che mi ritrovo al posto dei capelli…” dice lui.

Programma a sostegno degli animali: Ragazze senza ombrellino ma cartelloni con le campagne animaliste.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata