Antropostura ed Euritmia come Arte del Movimento per l’Educazione Posturale Globale è l’argomento di questa puntata di Laboratorio Salute.

Con noi in studio, Roberto Sebastiano Rossi e Bettina Knop, euritmisti, insegnati e fondatori dell’Antropostura, un’Arte Posturale fondata sul movimento euritmico per un’Educazione Posturale Globale, ampliata attraverso le indicazioni di Rudolf Steiner. Roberto e Bettina collaborano con istituzioni culturali a carattere artistico, scientifico, pedagogico e formativo in generale sia in Italia che all’estero.

Roberto e Bettina si sono interessati in particolar modo a quelle problematiche che riguardano la postura, il portamento e quindi anche il “Com-Portamento”. Hanno sperimentato “sul campo” (nella scuola, in un centro per il recupero di giovani con gravi disagi, ed in generale con persone di tutte l’età e di diverse condizioni sociali) che educare alla “Buona e Corretta Postura” ha un effetto formativo e rigenerante che si riflette in modo sensibile sull’intero essere.

“Antropostura” è un’Arte Posturale di educazione posturale globale ampliata attraverso le indicazioni di Rudolf Steiner (filosofo e scienziato austriaco 1861-1925) ed il terreno su cui fonda le sue radici è il movimento euritmico.

Considera l’essere umano nella sua interezza: nella sfera corporea, nella sfera emotiva, nella sfera dell’intelletto, nella sfera della volontà e del pensiero.

“Antropostura” è la possibilità di intraprendere un percorso verso una maggiore consapevolezza di sé donando vero BenEssere a chi la pratica.

In ambito pedagogico l’Arte Posturale (creata ed inserita come materia in alcuni programmi scolastici) si è rivelata una chiave estremamente importante per favorire la crescita integrale dell’individuo.

Un’attività pedagogica rivolta alle sfera del movimento è un’eccellente prevenzione nei confronti di certi mali sociali che rischiano di compromettere gravemente le generazioni attuali e future. In generale si rivela anche un importante ausilio nel trattamento di traumi sia di origine emotiva che di altra natura.

Nell’Euritmia (arte del movimento creata da Rudolf Steiner nel 1912) hanno continuato ad approfondire aspetti artistici, pedagogici e di salutogenesi senza dimenticare le esigenze del nostro tempo. In questo senso hanno dato vita all’ “Euritmia Posturale” (i cui albori risalgono al 2001) ed elaborato l’ “Euritmia Funzionale”.

Nata nel 1912 ad opera di Rudolf Steiner, l’euritmia è un’arte del movimento, una forma di danza, in intima relazione con tutto ciò che nell’uomo si manifesta attraverso le parole, il linguaggio, la musica e il canto e vuole portare ad espressione visibile ciò che prelude appunto la parola e la musica. Tale preludio è movimento, è un gesto interiore che ha in se quell’essenza creativa che è sostanza e fonte d’ispirazione per tutti gli artisti.

Inoltre hanno ampliato le loro conoscenze approfondendo altre discipline e tecniche di movimento mirate all’educazione posturale sviluppate e create da scienziati-ricercatori seri ed all’avanguardia come il Professor Daniele Raggi® (Posturalmed-Milano) e il Dott. R. Smisek® (Praga), ideatori rispettivamente del metodo Pancafit® e del metodo SM-System®.

Approfondimento di antropostura/euritmia funzionale

Ogni vocale è l’espressione di un sentimento che si congiunge al pensiero e poi si manifesta attraverso la parola, nel canto il suono esprime la nostra vita interiore. La consonante dipinge, precisa i contorni esteriori delle cose: è l’imitazione immaginativa della natura. E cos’è che muove la laringe e gli organi ad essa connessi quando l’uomo parla o canta? E’ proprio la vita del sentimento: l’essere umano vibra attraverso il sentire. Dunque l’essere umano per tutto ciò che percepisce attraverso un organo di senso o tutto ciò che esprime attraverso il linguaggio può adoperare l’intero corpo, l’intero essere umano. “Nel gesto euritmico l’essere umano intero diventa organo di senso. E il sentire vibrante che scuote il corpo – l’intero sentire con la stessa entità umana per strumento – diventa stimolo e organo di percezione”. (2) Questa intima vibrazione, questo invisibile gesto interiore, la nostra arte del movimento vuole portarlo a manifestazione visibile utilizzando l’intero essere umano il cui corpo va immaginato come una laringe: da qui la caratterizzazione dell’euritmia quale “linguaggio visibile” o “canto visibile”. L’euritmia è quindi una arte del movimento, una forma di danza, in intima relazione con tutto ciò che nell’uomo si manifesta attraverso la parola, il linguaggio, la musica e il canto, e vuole portare ad espressione artistica ciò che appunto prelude la parola e la musica. Tale preludio è movimento, è un gesto interiore che ha in sé quell’essenza creativa che è sostanza e fonte ispirativa di tutti gli artisti. Siamo proprio agli inizi di questa nostra arte che in quanto arte è un cammino di conoscenza. Con l’euritmia si ha accesso alla via che a partire dalla nostra forma vivente, attraverso il movimento, ci ricolleghi con quel suono primordiale che è all’origine di tutte le cose di cui il Vangelo di Giovanni ce ne dà una grandiosa immagine: “In principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.”

L’ ANTROPOSTURA è utilizzata in vari ambiti culturali confermando la sua efficacia nella formazione di professionisti, negli ambiti artistici, delle arti motorie e pedagogici.

Euritmia: Stella

“Qualcosa si imprime in noi, ci modella e ci plasma in funzione della nostra relazione con il mondo. Ed è questo modello, questa forma, che caratterizza la nostra postura che poi portiamo a manifestazione. La parola postura è anche indicazione di un luogo, di un posto, dove abita un qualcosa in intima relazione con il nostro essere. Quel “qualcosa” è di natura molto speciale ed è ciò che ci differenzia dagli altri regni della natura e che conferisce alla nostra postura, al nostro essere, una caratteristica di unicità. Ognuno di noi è veramente unico. Di conseguenza abitare un corpo significa avere la possibilità di vivere con il nostro Io su questa meravigliosa Terra per portare a maturazione i frutti della propria esperienza. Tutto ciò è un dono, un grande dono di una Natura più grande compenetrata di Saggezza, che in modo disinteressato ci offre sé stessa affinchè l’uomo possa percorrere la via per la realizzazione cosciente del proprio Sé. E’ nostro impegno che il concetto di postura sia ravvivato e sublimato a luogo per l’IO, per far sì che la nostra corporeità torni in un Tempio che possa accogliere ed ospitare la nostra Vera Essenza”.

Roberto Sebastiano Rossi e Bettina Knop

Euritmia: Cerchio

Contatti:

www.antropostura.it

Tel. +39 3338596814

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata