Proviamo a immaginare una vita lontano da televisione, cellulare, computer e altri apparecchi elettronici: riusciremmo a “sopravvivere”? A fare a meno di queste attrezzature?

Sembra molto difficile, se non impossibile. Eppure, ci sono persone al mondo che, in loro presenza, si sentono male e devono allontanarsene. Forti mal di testa, nausea, importanti cali di concentrazione, irritabilità, palpitazioni, dolori muscolari e perdita di memoria sono alcune delle conseguenze di cui soffre chi si trova in un luogo in cui sono presenti dispositivi che emanano campi elettromagnetici.

Sono gli elettrosensibili, persone che soffrono di una condizione estremamente debilitante che impedisce loro di trascorrere del tempo più o meno prolungato in prossimità di sorgenti e apparecchi che generano questi campi.

Conosceremo la storia di alcuni di loro e svilupperemo l’argomento da diversi punti di vista, da quello medico a quello legale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata