Una ricerca dell’Università britannica di Plymouth, pubblicata sulla rivista Environmental Science & Technology sostiene che nessuna busta usa e getta neanche quelle biodegradabili o compostabili si degradano rapidamente nell’ambiente.

Dopo aver testato per periodi di tre anni le buste di quattro materiali diversi: polietilene ad alta densità (la plastica tradizionale da idrocarburi), plastica oxo-biodegradabile (prodotta da idrocarburi e addizionata con sostanze che ne favoriscono la frammentazione in tempi brevi), plastica biodegradabile (che si dissolve nell’ambiente al 90% in 6 mesi), plastica compostabile (che si disintegra in 3 mesi e può essere utilizzata per produrre il fertilizzante compost).

Questi materiali durante tutta la ricerca sono stati testati in quattro ambienti diversi: all’aria aperta, sepolti sotto terra, immersi nell’acqua di mare e in condizioni di laboratorio.

Alla fine si è scoperto che nell’ambiente marino, la busta compostabile è sparita completamente in 3 mesi. Ma la stessa busta compostabile era ancora presente nel suolo dopo 27 mesi, anche se non poteva più contenere oggetti senza spezzarsi. Dopo 9 mesi di esposizione al’aria aperta, tutti i materiali si erano disintegrati in frammenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata