In Italia siamo sempre di meno: nascono pochi bambini e molti adulti decidono di andarsene all’estero. Un Paese in declino demografico, per la prima volta negli ultimi 90 anni: lo dicono i dati diffusi dall’Istat che segnalano un calo della popolazione per il quarto anno di fila.Al primo gennaio 2019 si contavano in Italia 60.359.546 persone, di cui l’8,7% straniere, che sono l’unico argine al calo. Rispetto al 2017 ci sono 124mila persone in meno, se si guarda al 2015 invece sono 400mila, come se fosse scomparsa tutta Bologna. I bambini nati nel 2018 sono 439.747, 18 mila in meno rispetto al 2017. Tanti se ne vanno: le persone che nel 2018 hanno lasciato il nostro Paese sono quasi 157 mila, con un aumento di 2 mila unità rispetto al 2017.Diminuiscono anche gli stranieri che chiedono la cittadinanza italiana: 23% in meno rispetto al 2017. M all’Italia resta comunque un Paese multietnico: ci sono 50 nazionalità con almeno 10mila residenti. Le più numerose sono quella romena (1 milione 207 mila), albanese (441 mila), marocchina (423 mila), cinese (300 mila) e ucraina (239 mila).

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata