Per la prima volta al mondo è stato realizzato un modello realistico che spiega il meccanismo di replicazione del prione, una proteina tossica che a metà degli anni Novanta è diventata famosa in tutto il mondo in quanto responsabile del “morbo della mucca pazza”. Sentiamo i risultati di questo studio da uno dei ricercatori coinvolti, il Professor Emiliano Biasini del Dipartimento CIBIO dell’Università di Trento.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata