Noi esseri umani siamo abituati a rapportarci alla realtà e al mondo circostante con l’occhio della pura materialità, in quanto la civiltà dei consumi ha abolito la percezione e la decodifica cosciente di ogni tipo di sapere sottile, per concentrarsi esclusivamente su ciò che si può vedere e toccare. Così, il più delle volte, non siamo consapevoli degli scambi energetici che avvengono tra noi e il mondo esterno.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata