Il ministero della Salute finanzierà con 900 mila euro una ricerca dell’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico Maugeri Lumezzane, in provincia di Brescia, dedicata alla telemedicina. Si tratta di un progetto per censire le attività, l’educazione dei pazienti e la formazione dei case manager per la presa in carico dei cronici. A ricevere il finanziamento, come spiega un comunicato della Maugeri, sarà l’équipe guidata dalla cardiologa Simonetta Scalvini, direttore scientifico dell’Istituto. “Su mandato di Regione Lombardia – ha commentato Scalvini – ci occuperemo di censire le attività di telemedicina del territorio lombardo, studieremo un percorso educazionale per migliorare l’attività del paziente che seguiamo a domicilio e uno formativo specificatamente dedicato ai case manager, ossia del personale infermieristico specializzato che, con la riforma sanitaria lombarda sulla cronicità, diventa il fulcro della presa in carico del paziente”. Soddisfatto il direttore scientifico nazionale della Maugeri, Mario Melazzini: “l’équipe dell’Istituto Maugeri di Lumezzane conferma, anche con questo ulteriore riconoscimento, l’elevata qualità delle proprie ricerche sulla telemedicina, che ne fanno un unicum a livello nazionale ed europeo”. Mentre il direttore generale Paolo Migliavacca ha sottolineato come “la Maugeri ha investito e investe con convinzione nel ricercare nuove soluzioni tecnologiche per la presa in carico di pazienti anziani cronici complessi”. Le attività cliniche e di ricerca in Telemedicina sono iniziate a Lumezzane nel 2000. Attualmente sono oltre 200 i pazienti seguiti e, complessivamente, 2.100 quelli in cura negli ultimi 18 anni. La Telemedicina della Maugeri si occupa di un paziente cronico pluripatologico e complesso e le principali malattie trattate sono la Broncopneumopatia cronica ostruttiva e insufficienza respiratoria cronica; Sclerosi laterale amiotrofica, malattie neuromuscolari; scompenso cardiaco cronico; post-ictus e di pazienti dimessi dopo un intervento cardiochirurgico.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata