Cannabis naturale, dalla ricerca alla terapia

Con la cannabis terapeutica ci si può curare e i suoi impieghi in uso medico sono molteplici.

Può essere usata come antidolorifico in patologie come la sclerosi multipla e al dolore cronico.

Può contrastare vomito e nausea, causati da chemioterapia, radioterapia, terapie per HIV; stimola l’appetito nei malati di anoressia e nei pazienti oncologici o affetti da AIDS.

Inoltre migliora la qualità della vita nell’epilessia, nell’insonnia, nel morbo di chron, nei tumori nel morbo di Parkinson, o in quello di Alzehimer, nella fibromialgia, nelle malattie cerebrovascolari, e osteoarticolari, all’ansia e nella depressione.

Ne parla il Dottor Lorenzo Calvi, medico anestesista ed esperto di terapia del dolore e in etnofarmacologia.

Per saperne di più CLICCA QUI!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata