E ‘ora di dire basta ai biocarburanti con olio di palma e soia!

Le importazioni di olio di palma e soia per la produzione di biocarburanti stanno mandando in fumo le foreste tropicali. L’Unione Europea vuole eliminare l’olio di palma entro il 2030, ma la distruzione delle foreste va fermata subito! Gli oli di palma e soia non devono più finire nel Diesel e nei serbatoi di carburante!

LetteraCA: Ai governi degli stati membri dell’UE

Gli stati membri dell’UE devono agire SUBITO: No alla miscelazione dell’olio di palma e soia con il gasolio!

LEGGI TUTTA LA LETTERA
I veicoli con motori convenzionali hanno già compromesso l’ambiente e la salute delle persone.  A causa delle politiche europee sul clima le percentuali di olio di palma e soia miscelate al gasolio sono in aumento.  Nel 2018, i paesi dell’UE hanno importato 4 milioni di tonnellate di olio di palma grezzo e 3,5 milioni di tonnellate di diesel raffinato con oli di palma e soia provenienti da Sud-est asiatico e America Latina. Queste importazioni hanno un valore stimato di 4,2 miliardi di euro. La maggior parte dell’olio vegetale, importato in Europa dai paesi tropicali, è utilizzato per la preparazione di combustibili.  Così molte specie in via di estinzione continuano a perdere il loro habitat e le popolazioni indigene e rurali sono private delle proprie fonti di sussistenza.  La deforestazione causata dalle piantagioni di palma e soia rilascia nell’atmosfera enormi quantità di carbonio.  Secondo studi accreditati, i biocarburanti prodotti dagli oli di palma e soia producono più emissioni, ed hanno un’impronta di carbonio rispettivamente tre e due volte superiore rispetto a quella del diesel fossile. Questi problemi sono ben noti, ma l’UE esita a prendere una posizione netta e coerente. Nel 2019, l’UE ha etichettato l’olio di palma come insostenibile e ha deciso di eliminarlo gradualmente tra il 2023 e il 2030. Invece, l’olio di soia non è stato incluso in questo provvedimento, nonostante la devastazione ecologica di cui è responsabile, soprattutto in Amazzonia.

Ma c’è ancora speranza:

I singoli Stati dell’UE, già a partire dal 2021, hanno la facoltà di eliminare totalmente i biocarburanti ricavati da colture per la produzione alimentare (es. palme da olio e soia).  Chiediamo all’Europa di porre fine all’utilizzo dei biocarburanti. Gli oli di palma e soia non devono più essere miscelati con il gasolio!

FIRMA QUA!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata