Sciamanesimo, Angeli comunicano a colori e Tocco Armonico

In questa puntata di Laboratorio Salute abbiamo conosciuto tre ospiti: Selene Calloni Williams, scrittrice, documentarista e antropologa che ci svelerà i segreti del suo ultimo viaggio sciamanico alla ricerca delle tradizioni degli indiani d’America e della Steppa. Poi conosceremo Elisa Munari, che ci svelerà come comunicare a colori con gli Angeli ed Enzo D’Antoni assieme a Erika Mainardi, ideatori del Tocco Armonico, un dialogo sensoriale e terapeutico ai confini del corpo.

Selene Calloni Williams è autrice di numerosi libri e documentari a tema psicologia ed ecologia profonda, sciamanismo, yoga, filosofia e antropologia. La sua peculiarità e risorsa è poter spaziare da Oriente a Occidente. In Oriente, e precisamente in Sri Lanka, Selene studia e pratica, per svariati anni, la meditazione buddhista Theravada. Tornata in Europa, studia psicologia e ottiene un master in screenwriting presso la Napier University di Edimburgo. Incontra quindi il celebre psicoanalista James Hillman che la inizia al mondo alchemico della psicologia del profondo e alla visione immaginale.
La possibilità di abbracciare insegnamenti orientali e occidentali è assai preziosa perché capace di tradurre il messaggio orientale in modi adeguati alle modalità di ricezione della psiche degli occidentali, i quali indubbiamente hanno una tradizione immaginale occidentale.
Selene Calloni Williams è l’iniziatrice del “metodo simbolo-immaginale” o “approccio immaginale” e della scuola italo svizzero degli immaginalisti. L’approccio immaginale è applicato a varie tecniche e discipline nell’ambito delle professioni fondate sulla relazione d’aiuto e nel campo della crescita personale. Per esempio la Mindfulness Immaginale, la Psicogenealogia Immaginale, le Costellazioni Immaginali, la Regressione Immaginale, ecc. L’approccio immaginale si caratterizza poiché non parte dall’Io e non ha come fine il rinforzo delle strutture dell’Io, bensì segue il cammino del “fare anima”, rappresentato dalla capacità di smaterializzare e depersonalizzare il reale.

Selene Calloni Williams è relatrice internazionale. Ha partecipato a numerosi convegni e congressi al fianco di grandi personaggi come James Hillman, Raimon Panikkar, Karan Sing. È stata chiamata in qualità di keynote speaker in diversi atenei (Università di Varese, Università di Padova, ecc.). Ma la sua risorsa più evidente è certamente la creatività, la capacità di creare nuove visioni e di raccontarle.

In uno dei suoi ultimi libri, “La sesta stella”, Selene presenta un metodo, un percorso, una visione, che possiamo descriver solo con le parole “pura magia”. Selene ha personalmente raffigurato dodici simboli che sono dodici archetipi fondamentali per un vero cambiamento. li ha chiamati “Simboli EspansI”.  I simboli possono essere raccontati attraverso la tecnica dello story telling, disegnati, cantanti, o danzati, perciò si addicono a diverse attività creative.

Selene ci parlerà anche della pratica “Ikigai”. La parola giapponese Ikigai può essere tradotta come “ciò per cui vale la pena vivere”. Centrare le proprie giornate su ciò che per te vale davvero la pena di essere vissuto, su ciò che, quando apri gli occhi al mattino, ti dà l’energia e l’entusiasmo per affrontare la giornata è la condizione migliore nella quale esistere.

Selene Calloni Williams ha conosciuto e frequentato numerosi sciamani nei suoi viaggi in Siberia e Mongolia. Ma tre di loro l’hanno colpita a tal punto da spingerla a raccontare la loro storia in questo libro.

Il Profumo della Luna racconta l’amore passionale che legano un uomo e una donna, ma anche farfalle e aquile, mondi sotterranei e viaggi sciamanici. Un libro di magia, talmente potente da lasciare delle tracce nei lettori, che trovano segreti attivi tra una pagina e l’altra, che viaggeranno sulle ali dello spirito dell’Aquila Nera, per poi tornare alla propria vita, trasformati per sempre dalla magia e dalla poesia.

Kazimir, Svetlana ed Anastasiya sono personaggi reali. Abitano un luogo assai remoto della steppa siberiana.

Kazimir è un potentissimo sciamano bianco, guaritore, la cui fama è arrivata fino a Mosca, in Kazakistan e in Mongolia. Svetlana è una sciamana nera, capace di viaggiare nel mondo sotterraneo, il regno dell’invisibilità, degli avi, dei sogni, dell’anima e di condurre altri con sé, nello straordinario viaggio sciamanico. Anastasiya, la nipote di Svetlana, è una sciamana che, caso probabilmente unico al mondo, unisce in sé le competenze dello sciamanismo bianco e nero.

Selene Calloni Williams e suo figlio Michelangelo, hanno conosciuto i tre sciamani per caso mentre, in un uno dei loro incredibili viaggi di ricerca, stavano cercando di raggiungere con una jeep fuoristrada il luogo dove è stata ritrovata la mummia della Principessa dell’Altaj.

Per conquistare la fiducia dei tre sciamani, Selene e Michelangelo li hanno visitati più volte, persino in inverno, quando la steppa arriva a una temperatura di meno quaranta.

Un giorno Svetlana ha deciso di consegnare loro un “racconto di potere” che porta con sé immagini capaci di suggerire nuove possibilità di pensiero e di azione.

Sono quelle immagini che gli antichi chiamarono dei e che gli psicanalisti definiscono archetipi: le forme originarie delle esperienze.

Conosceremo anche Elisa Munari. Fin da bambina, attraverso il colore e la pittura, ha comunicato forme di energia. Spinta da questa grande passione si è dedicata all’attività di pittrice e decoratrice, facendone la sua professione per diversi anni. Nel 2010, in un momento molto difficile della vita, si è dovuta confrontare con se stessa, con chi era e con la realtà, e ha dovuto confrontarsi con la fede in qualcosa di superiore. In quel momento ha iniziato a percepire e a sentire gli Angeli e gli Esseri di Luce che l’ hanno guidata nella guarigione interiore. Attraverso la pittura ispirata, viene portata ad una svolta profonda.  Da allora il colore e le energie angeliche sono diventati gli strumenti attraverso i quali ha potuto aiutare le persone ad aprirsi a sé stesse, a trovare l’amore e la serenità.  È istruttore Reiki e Master Angel Life Coach certificata da Isabelle Von Fallois, certificata per la Trasmutazione delle Memorie, Colour Coach, Omega Health Coach certificata dal dott. Roy Martina.

Oggi Elisa ci spiegherà perché gli Angeli parlano a colori.

Le carte con i Simboli delle Sette Sfere sono uno strumento meraviglioso per poter innalzare immediatamente la tua energia.

Ogni carta contiene un simbolo energizzato con le frequenze della Sfera relativa e dell’Arcangelo che la presiede.

Ogni simbolo aiuta a sciogliere i blocchi nel corpo sottile, trasformando le energie negative in positive e innalzando quindi l’energia della persona, riportando armonia. I simboli sostengono e aiutano a riportare equilibrio emotivo e chiarezza mentale.

Queste carte possono essere utilizzate in molti modi:

poste sul corpo fisico, in modo istintivo, innalzano le energie dei corpi sottili e portano ad un innalzamento della frequenza energetica. Anche a livello fisico si può avere un beneficio, infatti dietro ad un sintomo fisico si cela una causa psichica o emotiva e quando le energie negative stagnanti vengono armonizzate, tutta la persona ne trae giovamento.

è possibile estrarre una carta per comprendere cosa la persona sta vivendo a livello profondo e qual’è il blocco emotivo o mentale che non riesce in quel momento a superare.

possono essere utilizzate per informare l’acqua da bere.

è possibile utilizzarle come “moltiplicatore” energetico durante un trattamento (cristalloterapia, reiki, rilassamento, meditazione, chinesiologia, massaggi, ecc….)

possono essere utilizzate per cerchi di protezione e guarigione.

Perché i colori?

Il colore ci appartiene, fa parte di noi. Siamo Colore. I nostri campi aurici sono colorati, viviamo in un mondo di colore e di energie che vibrano luminosità colorata. Questo ci influenza a tutti i livelli, nel fisico, nel campo emotivo e nel campo mentale, e soprattutto nel nostro DNA.

Diventare consapevoli di queste energie fa sì che tutto possa essere più chiaro e più “gestibile”, e quando avviene, tutto prende forma, diventa comprensibile e la vita può cambiare.

Il colore permette di lasciare andare queste energie imprigionate, permette di far fluire le emozioni che normalmente tratteniamo. Lo fa perché è una parte di noi. Ed è una sua caratteristica.

Perché le energie angeliche?

Anche gli Angeli sono energie colorate. Vibrano ad una frequenza maggiore. Sono Luce manifesta. Possono essere considerati anche Archetipi, rappresentanti di forze che sono dentro di noi. La loro energia può aiutarci a portare nuove informazioni nel nostro campo energetico, e quindi nel nostro corpo fisico, e nella nostra vita.

Perché l’acqua?

L’Acqua è parte fondamentale dell’essere umano, nella nostra acqua sono contenute tutte le informazioni che ci appartengono. All’interno del nostro fisico il 70/80% è composto da acqua che vibra informazioni.

Le Acque di Luce sono acque che vibrano frequenze di armonia e che possono riportare equilibrio nella nostra struttura energetica. Per questo vengono utilizzate anche le acque di Luce nel nostro percorso.

Le energie Colorate unite alle energie degli Angeli possono cambiare la nostra realtà.

Come terzo ospite avremo Enzo D’ Antoni, Ideatore/Formatore/Supervisore del Tocco Armonico.

Enzo D’Antoni nasce a San Paolo (Brasile) il 20 Giugno 1966 da genitori italiani. Nella primavera del 1974 Enzo e la sua famiglia si trasferiscono a Torino. Qualche anno più tardi scopre l’arte del massaggio grazie agli insegnamenti della nonna materna, Nicolina. A sedici anni Enzo frequenta il primo corso di massaggio sportivo; qualche anno dopo fa esperienza come massaggiatore sportivo presso alcune squadre di calcio della provincia di Torino. Nel frattempo frequenta il corso per Infermiere, diplomandosi nel 1988.
Durante l’anno di leva svolge servizio come massaggiatore presso l’ambulatorio di fisioterapia dell’Ospedale Militare di Torino. All’inizio degli anni novanta diventa operatore Shiatsu (metodo Namikoshi). Nel 1995 incontra il massaggio Body Harmony.

Nel 1997 fa nascere il Tocco Armonico®, il massaggio lento ed incomincia a diffonderlo come strumento da utilizzare nella relazione d’aiuto. Dal 2005 collaboratore nei laboratori didattici del “Corpo a Corpo” presso il corso di Laurea in Infermieristica di Torino.
Nel 2007 illustra le tecniche di base del Tocco Armonico® all’interno di due edizioni del corso di formazione per infermieri “Come creare un forte stato vitale e motivazionale nell’ambito lavorativo” presso il Collegio IPASVI di Torino.

Consegue il Titolo di Master di I Livello in Medicine Complementari e Terapie Integrate nell’A.A. 2011-2012, presso l’Università degli studi di Siena. Dal 2013, insieme ad Erika Mainardi, è docente di Tocco Armonico® presso il Master di I livello in Medicine Complementari e Terapie Integrate, Università di Siena, Dipartimento di Scienze della Vita.

Attualmente con Erika Mainardi si occupa della formazione di Operatori di Tocco Armonico® sul territorio nazionale. Insegna il Tocco Armonico® con la collaborazione di Erika Mainardi, a infermieri, medici, psicologi, fisioterapisti, logopedisti, operatori socio-sanitari, presso il Centro Formazione dell’Azienda Sanitaria Città della Salute e della Scienza di Torino. E’ collaboratore alla didattica nel corso di Laurea in Infermieristica di Torino e insieme ad Erika Mainardi insegna l’utilizzo del Tocco Armonico® nel caring infermieristico nei laboratori sulla corporeità per gli studenti infermieri del medesimo corso di Laurea.

Per contatti:

Selene Calloni Williams

www.selenecalloniwilliams.com/it

scw@selenecalloniwilliams.com

Per l’Italia: +393402907557
er la Svizzera: +41793664594

Elisa Munari

www.elisamunari.it

info@elisamunari.it

Enzo D’Antoni e Erika Mainardi

www.toccoarmonico.it

Enzo D’Antoni
MP: +39 338 6753797
E-mail: info@toccoarmonico.it

Erika Mainardi
MP: +39 347 5774118
E-mail: info@toccoarmonico.it

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata