Cop25, Ministro Costa: educazione ambientale ha un ruolo centrale

Intervenendo all’evento promosso da Action for climate empowerement (Ace) alla Cop25 a Madrid, il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha definito centrale il ruolo dell’educazione ambientale per affrontare la crisi climatica, e ha ricordato che l’Italia l’anno prossimo ospiterà la Pre Cop dei giovani.

“L’accordo di Parigi adottato dalle parti alla Cop21 e il seguente pacchetto sul clima di Katowice, adottato alla Cop24, hanno riconosciuto il consenso politico di alto livello dell”Action for climate empowerement’ (Ace) come componente chiave per affrontare la crisi climatica e hanno impegnato tutti i paesi a intraprendere azioni verso quello scopo”, ha spiegato il ministro.

“Pertanto è importante tutto ciò che fa Action for climate empowerement. Il movimento Fridays for future per esempio, che ha coinvolto migliaia di giovani in tutto il mondo è la prova che dobbiamo ascoltare le giovani generazioni per un futuro sostenibile”, ha aggiunto.

“L’educazione ambientale può e deve svolgere un ruolo centrale nell’attuazione dell’accordo di Parigi e dell’agenda 2030 e dovrebbe stimolare la conoscenza e il pensiero critico in merito alle interconnessioni tra gli aspetti ambientali, sociali ed economici delle sfide globali che affrontiamo. L’educazione ambientale deve quindi seguire un approccio permanente e per tutta la vita deve necessariamente includere tutti i processi educativi e di apprendimento, formali e sostanziali e raggiungere tutti i gruppi pertinenti, non solo i bambini e gli studenti, ma anche gli insegnanti, le comunità, fino a noi della classe politica”, ha sottolineato.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata