I batteri del vostro intestino: perché dovete prendervene cura

Sulla pelle, nelle vie respiratorie, nelle vie urogenitali e nel tratto gastrointestinale: all’interno del corpo umano si contano oltre centomila miliardi di batteri. Tutti sono fondamentali per l’organismo, al punto che ogni persona è dotata di una propria “impronta digitale batterica”. Bisogna prendersene cura, come spiega Paola Benatti, responsabile sviluppo Nutraceutici – R&D di Alfasigma:

“La flora batterica intestinale è assolutamente fondamentale per il nostro benessere in quanto regola il sistema immunitario, il benessere gastrointestinale, ci difende da organismi patogeni, favorisce l’assorbimento di nutrienti, vitamine e sali minerali e partecipa anche del metabolismo generale”.

In una situazione ideale all’interno dell’intestino si deve creare una sorta di pacifica convivenza, tra i batteri benefici e quei microrganismi potenzialmente dannosi. In caso di alimentazione irregolare, di uno scorretto stile di vita o durante un viaggio in paesi in cui le condizioni igieniche non sono ottimali, le specie patogene possono prendere il sopravvento sui batteri benefici.

“In questo periodo si fa molto uso di antibiotici che se da una parte uccidono i batteri patogeni, dall’altra uccidono i batteri benefici. In tutti questi casi il consiglio è di assumere un buon probiotico per ristabilire l’equilibrio della flora batterica intestinale”.

Una informazione ovviamente importante da diffondere per Alfasigma che produce anche gli integratori alimentari YOVIS. Chiara Francini è la brand manager YOVIS.

“Nella nuova comunicazione YOVIS abbiamo ovviamente voluto mettere in evidenza l’ultima novità della linea YOVIS integratori che è il formato flaconcini. Abbiamo voluto raccontare con un linguaggio fresco e allegro, da un lato che ognuno di noi ha una diversa e propria flora batterica intestinale e dall’altro che YOVIS integratori ha una varietà di presentazioni, tutte contenenti miliardi di batteri buoni di ceppi differenti, tutte pensate e formulate per il benessere dell’intestino”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata