Una buona notizia non è una vittoria.  Per questo, centinaia di persone sono scese in piazza, a Parma, a favore della liberazione dei macachi sacrificati per una sperimentazione su sei esemplari nell’ambito di un progetto delle Università di Torino e Parma sui deficit visivi umani. E’ di ieri l’Ordinanza di sospensiva adottata dai Magistrati della Terza Sezione del Consiglio di Stato motiva che sentenzia che il Ministero della Salute deve provare che non esistono alternative a una sperimentazione invasiva sugli animali e foriera di sofferenze che la normativa europea e nazionale sul benessere animale, prescrive di evitare o ridurre entro rigorosi parametri fisiologi. Ora, a gran voce, si chiede che il Ministro Speranza ritiri l’autorizzazione alla sperimentazione. LEAL, una delle associazioni che sta partecipando a questa battaglia, si dice soddisfatta per la notizia ma ritiene utile non gridare vittoria anche perché sicuramente le Università di Torino e Parma, che hanno già avviato la sperimentazione, non si arrenderanno.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata