Coronavirus: olii essenziali e frequenze dei virus

Questa puntata di Laboratorio Salute, cercheremo di darvi consigli utili per affrontare questa emergenza sanitaria. Nella prima parte ci saranno Fabrizio Reggiani, esperto di benessere, e Fabio Ravanello, fitopreparatore e titolare di Renaco Italia che ci spiegheranno come gli olii essenziali possono essere utilizzati per neutralizzare l’effetto dei virus e come l’integrazione di alcuni fito-complessi possa aumentare le difese immunitarie.

 Lo Spry di Manuka contiene olio essenziale di Manuka, olio essenziale Tea tree, olio essenziale di Alloro e Limone, olii conosciuti per le loro proprietà igienizzanti e spesso utilizzati contro batteri e virus presenti sugli oggetti che tocchiamo e nell’ambiente in cui viviamo.

Le mani sono un potente veicolo di trasmissione infettiva durante un’epidemia o una pandemia influenzale. Anche se i virus si trasmettono attraverso le micro gocce del respiro è inevitabile che queste cadano su oggetti che tocchiamo con le nostre mani. Quindi il fatto di toccare oggetti e portare successivamente le mani alla bocca agli occhi o la naso senza una corretta igiene delle mani diventa una formidabile opportunità per il virus di arrivare alle vostre vie respiratorie. Il virus dell’influenza Covid-19 sopravvive per circa 24-48 ore sulla maggior parte degli oggetti metallici e di plastica e 8-12 ore sui vestiti. L’igiene delle mani diventa quindi essenziale per ridurre le possibilità che il virus arrivi alle vie respiratorie.

L’olio essenziale di Manuka della Renaco è prodotto nella zona Est della Nuova Zelanda: il piú pregiato olio di Manuka con elevato contenuto di trichetoni, potenti sostanze con effetto balsamico. L’olio essenziale di Leptospermum scoparium, noto nella lingua Maori come Manuka oil, si ottiene da una pianta della Nuova Zelanda. Ne esistono tre chemotipi e quello che si ottiene da piante cresciute nella zona Est dell’isola è il piú ricco in trichetoni, le sostanze a maggior attività antimicrobica. Alla luce dei test di laboratorio Manuka oil risulta piú attivo all’olio di Malaleuca e all’olio essenziale di Pino.

Integrazioni che rafforzano l’organismo il camu camu e la vitamina c

Camu Camu 50% ricarica e sostiene. Con Vitamina C che contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e alla riduzione di stanchezza e affaticamento. Il Camu Camu (Myrciaria dubia) è frutto estratto secco titolato al 50% in vitamina C. Il Camu Camu, essendo una fonte di vitamina C, contribuisce a mantenere il normale metabolismo energetico e alla riduzione della stanchezza e l’affaticamento, che il nostro organismo percepisce soprattutto durante il cambio di stagione, supportando inoltre anche il fisiologico funzionamento del sistema nervoso e le funzioni psicologiche per affrontare al meglio la vita quotidiana. La vitamina C è una vitamina molto importante per il nostro organismo in quanto protegge le cellule dallo stress ossidativo. Contribuisce al fisiologico funzionamento del sistema immunitario, favorisce l’assorbimento del ferro proteggendolo dall’ossidazione a livello intestinale, e partecipa alla formazione del collagene, una importante proteina strutturale necessaria per il normale funzionamento dei vasi sanguigni, per le ossa, i denti, le cartilagini e la pelle da cui ne deriva l’elasticità .

Aquamin® Mg (Magnesio elementare), Vitamina K e Vitamina D contribuiscono al mantenimento di ossa e denti normali. Inoltre la Vitamina D contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario.

Aquamin® Mg è una fonte di magnesio altamente biodisponibile. Oltre al magnesio contiene anche una parte di Calcio e altri sali minerali, diventando così un complesso di micronutrienti molto completo. Per massimizzarne i benefici, è fondamentale assumere la vitamina D3 e K2 in contemporanea. Mentre, infatti, la vitamina D garantisce adeguati livelli ematici di calcio, la vitamina K ne controlla la distribuzione nel corpo e nelle ossa. Il magnesio (Mg) è un minerale essenziale utilizzato nel corpo umano, come cofattore, in oltre 300 reazioni biochimiche necessarie per mantenere l’omeostasi. Le funzioni biologiche in cui è implicato il magnesio includono la produzione di acidi nucleici, il coinvolgimento in tutte le reazioni in cui viene coinvolta l’adenosina trifosfato (ATP) e la modulazione di qualsiasi attività mediata da flussi di calcio intracellulare (es. rilascio di insulina, contrazione muscolare). Il magnesio possiede molte proprietà biologiche, aiuta a mantenere il benessere, assieme al calcio e al fosforo, partecipa alla costituzione dello scheletro ed agisce come cofattore dell’enzima creatinchinasi, quindi può facilitare l’ottimizzazione delle funzioni della Creatina. Nell’organismo la vitamina D sovraintende ad importanti funzioni. Infatti a livello intestinale coadiuva l’assorbimento del calcio e del fosforo e il loro deposito nelle ossa. Insieme ad alcuni ormoni regola il metabolismo del calcio e del fosforo e quindi mantiene in salute ossa, denti, ma anche il complesso della struttura muscolo-scheletrica.

Nella seconda parte continueremo a parlare di Coronavirus, ma lo faremo con un ingegnere.

Corpo fisico, corpo mentale, corpo spirituale… l’ingegnere Giovanni Vota ci svela come alimentare i nostri corpi affiché non compaia la malattia… Quasi sono le regole per mantenere un corpo alcalino ed evitare che si acidifichi?

Come possiamo accrescere il nostro benessere?

Per maggiori informazioni

Fabio Ravanello

www.renacoitalia.net

Dottor Giovanni Vota

www.giannivota.com

1 risposta

  1. Antonella

    Buongiorno, ho visto purtroppo tardi una vostra trasmissione dove, non ricordo se una dottoressa o un dottore, parlava di una sensibile diminuzione dei polipi assumendo una certa sostanza. Gentilmente mi potete aiutare indicandomi il titolo della puntata.
    Grazie e distinti saluti
    Antonella

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata