Earth Day, serve un piano organico per la mobilità sostenibile

Un piano organico per la mobilità sostenibile, da realizzare per l’uscita dall’emergenza coronavirus, con misure per combattere l’inquinamento incentivando la diffusione di auto, tir e moto a basse emissioni e favorendo l’uso della bicicletta con piste ciclabili sicure e nodi d’interscambio.

È la richiesta uscita dal seminario web sulla transizione ecologica nella mobilità, organizzato da Open Gate Italia in collaborazione con AIAGA – Associazione Italiana dei Fleet Manager, Econometrica e Centro Studi Promotor nell’ambito delle manifestazioni per l’Earth Day.

Al seminario hanno partecipato il sottosegretario ai Trasporti Salvatore Margiotta e il sottosegretario all’Ambiente Roberto Morassut, secondo cui occorre accelerare la transizione con investimenti pubblici e privati e l’utilizzo di tutte le tecnologie disponibili.

Andrea Morbelli, organizzatore dell’evento:

“Il comparto dell’automotive è certamente uno dei settori industriali più colpiti da questa pandemia. Grandi possono essere le incertezze sulla sua ripartenza. Di questo abbiamo parlato in occasione della Giornata mondiale della Terra, noi di Open Gate assieme a rappresentati del governo, assieme alle principali associazioni di categoria del settore a due e quattro ruote e anche assieme ai principali influencer di questo mercato che sono i fleet manager, i responsabili flotte aziendali private. L’obiettivo era come mantenere gli obiettivi del Green Deal 2030, cioè tutta la filiera dalle istituzioni fino ai consumatori, vuole mantenere questo impegno di riduzione delle emissioni di CO2 per la salvaguardia del pianeta. È un momento di crisi ma può essere una opportunità di sviluppo e di svolta green del nostro parco auto”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata