Mantova. Il plasma, ossia la parte considerata più ‘liquida’ del nostro sangue contiene una quota di anticorpi che si sono formati dopo la battaglia vinta contro il virus. Il concetto di plasma convalescente è in pista da 30 anni. Inoltre, nelle altre due epidemie da coronavirus, ovvero la Sars del 2002 e la Mers del 2012 è stato adoperato con successo; infine l’Organizzazione mondiale della sanità ne ammette l’utilizzo nel caso di malattie gravi per cui non ci sia un trattamento farmacologico efficace. Sentiamo le parole di Massimo Franchini, Direttore di Immunoematologia del Carlo Poma di Mantova.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata