Sono le tartarughe d’acqua più diffuse e, da pochi centimetri, diventano grandi e corrono gravi pericoli. Si tratta della Trachemys Scripta, conosciuta anche come tartaruga palustre americana: la sua estrema adattabilità a climi diversi e la sua resistenza l’hanno resa la “tartarughina d’acqua” per eccellenza. Purtroppo, però, a causa della loro diffusione, spesso questi esemplari, anche nel Cremonese, vanno incontro a gravi sofferenze, come avviene nel laghetto che circonda il castello di Torre de’ Picenardi. Sentiamo le parole di Tea Regonini, Titolare della pensione “La casa di vento”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata