In salute con l’osteopatia: prevenzione protesi articolazioni

La gonartrosi (o artrosi del ginocchio) e la coxartrosi (o artrosi dell’anca), insieme a tutte le patologie degenerative dell’apparato muscolo-scheletrico, rappresentano una importante causa di limitazione funzionale e disabilità in tutto il mondo (si stima che il 20-33% della popolazione mondiale abbia una patologia degenerativa muscolo-scheletrica). In Italia si è stimato che il numero di interventi di protesi di ginocchio e di anca è in continua crescita: si è passati da 103.000 interventi nel 2001 a oltre 190.000 nel 2016 (sono inclusi anche gli interventi per protesi di spalla e caviglia).  L’anca resta ancora l’articolazione più operata (56,3%) seguita da ginocchio (38,6%), spalla (3,9%), caviglia (0,3%) e altre articolazioni (0,9%).

Con il trattamento osteopatico si possono prevenire interventi di protesi artificiali alle articolazioni (anche e ginocchia) o comunque ritardare nel tempo l’intervento chirurgico. In studio con noi ci sarà il dottor Dino Tassin che ci mostrerà,  attraverso tecniche manuali, come si possono rimuovere gli ostacoli al normale funzionamento di un organo o di un apparato per ripristinare proprio quell’equilibrio funzionale che si era alterato. Con il trattamento osteopatico delle disfunzioni articolari e muscolari, contigue o meno all’ artrosi dell’anca (malattia degenerativa che interessa tra il 15% e il 22% della popolazione). Si può raggiungere un recupero della mobilità articolare, una riduzione del dolore e un miglioramento nella deambulazione.

L’anca può esser colpita, oltre che da degenerazione della cartilagine, ossia artrosi, da un’infiammazione delle borse sinoviali, che sono ad essa adiacenti, o da contratture permanenti di alcuni muscoli stabilizzatori del bacino e della postura, come il grande psoas o il piriforme.

Lo stesso tipo di prevenzione può essere fatta in caso di artrosi alle ginocchia. L’osteopata è in grado di effettuare delle tecniche di mobilizzazione attiva del ginocchio così da supportare la vascolarizzazione ed il drenaggio dell’articolazione. Il trattamento osteopatico può avere un ottimo effetto sulla riduzione del dolore, favorendo la ripresa delle attività quotidiane e sporti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata