La casa come specchio dell’anima e Metodo Waff®

In studio,  Diego Barcellari, (naturopata, maestro di yoga, operatore ayurveda e fondatore della scuola di naturopatia Centro Oro Orizzonti) e Silvia Archetti Voltolini (enterior designer, Fengh Shui master)  ci parleranno di Medicina dell’habitat” perché attraverso questa antica disciplina è possibile  ottenere la guarigione della propria casa e di conseguenza di se stessi.

Ambiente non significa solo casa, ma ogni luogo e ogni spazio con cui si interagisce, compresi quindi il  proprio corpo e la propria mente.

Il Feng-Shui punta sull’equilibrio fisico, psichico, spirituale ed esistenziale di ogni individuo, poiché la mancanza di armonia può essere  causa di molte malattie.

La casa può essere vista come proiezione del proprio mondo inconscio con tutte le sue dinamiche e complessità, quindi si può lavorare sullo spazio per correggere  atteggiamenti e blocchi mentali che sicuramente nel tempo porteranno a malattie

Esistono vari principi da tenere presente:

– Il principio dell’affinità: ognuno trova ciò che è più affine alla sua situazione energetica  (psicofisica).

Esempio: chi prova un senso di costrizione troverà persone, partner, oggetti e abitazioni “ristretti”. Ecco perché potrebbe scegliere una casa molto piccola (monolocale) o con stanze piccole

– Il principio del “Represso”: avvenimenti  non accettati ma subiti vengono repressi grazie ad un meccanismo di difesa e di adattamento che regola il sistema psichico umano. L’energia repressa viene elaborata in modo inconsapevole e si esprime con sintomi nevrotici e con disturbi psicofisici o di relazione.

Questi contenuti inconsci repressi vengono proiettati su persone, ambienti, oggetti,  che simboleggiano il potenziale represso. Esempio: chi non è stato incoraggiato avrà una repressione nell’affermarsi e lo tradurrà con l’aggressività su persone e nella scelta di ambienti, oggetti, circondandosi di immagini aggressive, colori troppo accesi, stanze con angoli

– Il principio del rafforzamento negativo: a causa del principio represso si tende a cercare situazioni abitative in affinità con il principio represso, che non fa altro che rafforzare in modo negativo la repressione subita. Esempio: chi non è stato incoraggiato avrà una repressione nell’affermarsi e lo tradurrà con l’aggressività e sceglierà un ambiente aggressivo rafforzando appunto l’aggressività.

– Il principio del rafforzamento positivo: se ci si rende consapevoli del meccanismo del “Represso”, si raggiunge una maggiore libertà e indipendenza interiore, cercando situazioni abitative che diano sicurezza e​protezione. Vi sarà allora un rafforzamento positivo che innescherà il superamento e la comprensione del “represso”. Esempio: chi non è stato incoraggiato, avrà una repressione nell’affermarsi e lo tradurrà con l’aggressività, ma resosi consapevole di questo meccanismo, cercherà di incoraggiarsi e di aumentare la fiducia in se stesso anche attraverso la scelta di ambienti e oggetti equilibrati e rassicuranti.

L’auto guarigione  : attraverso il rafforzamento positivo dello stato psicofisico (identificabile con patologie fisiche) si guarisce in quanto, comprendendo la causa del “represso”, si rafforza l’atteggiamento opposto a quello che lo ha portato e di conseguenza si influenza  positivamente la parte fisica indebolita (in realtà si equilibra e bilancia la tensione interna) .

Esempio: nel caso precedente, il non incoraggiamento che creava paura, e veniva per esempio somatizzato con un mal di schiena, viene sostituito dalla fiducia in se stessi influenzando e risolvendo l’indebolimento della schiena.

MALATTIE E ZONE DELLA CASA: ESEMPI

EMICRANIE , INFIAMMAZIONI  : PLANIMETRIA IRREGOLARE CON FORMA AGGRESSIVA, SEDUTE VICINO A SPIGOLI, VICINI CHE LITIGANO, PIANTE CON FOGLIE A PUNTA ( CACTUS, ALOE)

DISTURBI CARDIOCIRCOLATORI: ILLUMINAZIONE NON CORRETTA (SCARSA O ECCESSIVA) POCA LUCE NATURALE, ABITAZIONE CHE DENOTA POCA GIOIA

MALATTIE BRONCHIALI O POLMONARI: VICINANZA AUTOSTRADA O STRADA MOLTO TRAFFICATA, TROPPE APPARECCHIATURE TECNICHE, PRESENZA TROPPE PERSONE IN CASA, ABITAZIONE CHE PROVOCA

INQUIETUDINE, MANSARDA CHE OPPRIME, TRASLOCHI FREQUENTI, TROPPO RUMORE, MOBILI DI PLASTICA O METALLO

DISTURBI DIGESTIVI, AFFEZIONI ALLE MUCOSE: COLORI FREDDI, TROPPE PORTE O FINESTRE, POSIZIONE LETTO NEFASTA, MANCANZA ZONA INTIMITA’, CUCINA FREDDA, TROPPI PIZZI O MERLETTI ( ECCESSO YIN)  OMANCANZA TOTALE DI FEMMINILITA’( ECCESSO YANG)

DOLORI ALLA SCHIENA, ALLA COLONNA VERTEBRALE, ALLE GINOCCHIA : ABITAZIONE DI CUI CI SI VERGOGNA, LITIGI CON LOCATORE, MOBILI VECCHI, STANZE BUIE, TROPPO ORDINE, APPARTAMENTO TROPPO PICCOLO

MALATTIE AL FEGATO O ALLE ARTICOLAZIONI: APPARTAMENTO TROPPO GRANDE, CASA IN CAMPAGNA, MANCANZA DI LIBRI, ECCESSO DI SOUVENIR O OGGETTI RELIGIOSI,

Il naturopata Diego Barcellari spiegherà il concetto di macro e micro cosmo dove lo yoga rappresenta l’architettura del corpo mente e spirito, che comprende l’armonia e la disarmonia interno ed esterno, ovvero l’ambiente in cui viviamo se lo abbiamo creato noi diventa la lettura dell’anima perchè portiamo all’esterno ciò che ci appartiene , se l’ambiente lo troviamo già fatto è interessante scoprire cosa ci ha attirato da questi due elementi scopriamo che possiamo correggere le disarmonie che procurano patologie  sia attraverso la modifica dell’esterno attraverso il Feng Schui  ma anche del nostro interno attraverso lo yoga ed altre attività come meditazione ecc.  La cellula micro, la città macro così che si influenzano inter cambiandosi l’una e l’altra cosa.   Attraverso questa conoscenza possiamo rafforzare le situazioni positive modificando i due aspetti interno esterno che per forza di cose andranno a toccare la psiche, il corpo e la mente nonché le emozioni.  Questa rappresenta l’arte di vivere e l’esser come un artista non smette mai di ricercare questo eterno instabile equilibrio.

Nella seconda parte di trasmissione ci sarà Daniela Nuti Ignatiuk, naturopata, personal trainer, biohacker e Master Trainer Certification Waff che ci spiegherà il  metodo innovativo Waff che combina strumenti di fitness, rilassamento e riequilibrio pasturale utili  a migliorare l’equilibrio sui tre livelli: fisico, mentale ed emotivo. Lo stimolo della propriocezione è fondamentale per costruire una maggiore consapevolezza del proprio corpo.

Il Metodo Waff®, si sviluppa attraverso specifici esercizi svolti sullo speciale cuscino ergonomico. Permette di sviluppare un lavoro molto efficace sull’intera struttura muscolare, la quale viene stimolata dolcemente ed efficacemente.

Il lavoro che si effettua con il cuscino Waff® permette di stimolare l’intera catena muscolare del corpo sviluppando efficacemente la propriocezione.

I cuscini Waff® fanno lavorare il corpo su una base instabile che costringe a cercare costantemente un equilibrio. Il cervello riceve segnalazioni di questa condizione instabile ed invia segnali ai muscoli attraverso il sistema nervoso per ritrovare l’equilibrio. I muscoli si attivano e cercano di ripristinare l’equilibrio mancante. Questa condizione attiva molte molte più fasce muscolari nel tentativo di ripristinare una condizione di equilibrio.

Questa attivazione mette in moto fasce muscolari tendenzialmente poco utilizzate assieme all’intera catena muscolare.

Contatti

Diego Barcellari

naturopatiaoro.wixsite.com

Silvia Archetti Voltolini

www.naturopatiaistituto.eu

Daniela Nuti Ignatiuk

Metodo Waff®

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata