Parma. Una protesta organizzata in seguito alla sentenza del Consiglio di Stato che ha stabilito il via libera al progetto Lightup per cui sei macachi, rinchiusi negli stabulari dell’Università di Parma, verranno sottoposti a strazianti torture protratte nel tempo, resi ciechi per poi essere soppressi. La manifestazione in difesa dei macachi grida il proprio no alla vivisezione e ad altre metodiche di sperimentazione “eticamente inaccettabili e scientificamente anacronistiche. Sentiamo la voce di Alessandra di Lenge dell’associazione Iene Vegane.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata