I tatuaggi da radioterapia possono essere cancellati grazie al laser di ultima generazione, lo illustrerà il dottor Matteo Tretti Clementoni, che da anni si occupa di chirurgia plastica, nel nuovo speciale di Medicina e Ricerca.

Oggi le marcature sulla pelle, rispetto al passato, sono più piccole, simili a nei, ma possono provocare un disagio profondo in molte donne operate di tumore al seno: vedere quei segni, guardandosi allo specchio, significa ritrovare un legame con la malattia. La possibilità di cancellarli è una soluzione che può contribuire a migliorare la qualità della vita di molte donne. Un tassello in più nel percorso che ogni donna affronta per riappropriarsi del proprio corpo dopo il tumore e dopo la radioterapia, una modalità di cura per molte, come spiegherà il dottor Gianpiero Catalano, attivo in questo ambito da molti anni.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata