Tra la fine di marzo e la metà di giugno 2020, sono stati prelevati 107 campioni di rna virale trovato nelle acque reflue di 8 città lombarde tra le più colpite dalla pandemia. Lo studio è stato condotto dall’Istituto Negri in collaborazione con l’Università Statale di Milano. I dati raccolti  di Bergamo, Brembate, Ranica, Brescia, Milano, Lodi, Crema e Cremona hanno evidenziato che le cariche virali in queste città sono state più alte di positività rispetto ad altri Paesi europei ed extraeuropei nello stesso periodo. A Bergamo sono state rilevate l’80% delle cariche virali, a Cremona sono state raggiunte percentuali pari al 58%. Lo studio ha evidenziato che a metà giugno 2020 le acque reflue di tutte le città analizzate sono risultate negative al Covid e in futuro potrebbe essere utile monitorare gli scarichi fognari  per anticipare nuove ondate.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata