In un momento in cui la difficile sopravvivenza delle api e del loro importantissimo lavoro è al centro dell’attenzione, con il calo della produzione del miele, i cambiamenti climatici e le morie che si sono verificate in tutta la Lombardia e a Cremona, si dimostra importante la ricerca condotta dalla Statale insieme al Cnr e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna (Izler) nell’ambito del progetto Api-Gis. Dopo due anni di monitoraggio e studio con l’acquisizione di dati, ancora un anno di lavoro sarà necessario prima di definire le strategie per la salvaguardia della sopravvivenza delle api anche in città attraverso il verde e le fioriture di piante messe a dimora in parchi e aiuole.  

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata