Un vero e proprio progetto di vita nato dalla passione per la natura, la sostenibilità e la sperimentazione. Sono queste le basi che, una decina di anni fa, hanno spinto Nicoletta Piazza, ex fashion designer e il marito Riccardo Barba, artigiano creativo, a scegliere come luogo per far crescere i propri figli, un casale abbandonato immerso nei boschi di castagni della Lessinia veronese.

Nella puntata de “I Paesi delle Meraviglie, vi racconteremo la storia di questa famiglia e di come Casa di Tano, in memoria dell’ex proprietario della borgata, sia diventata un simbolo della bioedilizia e un agriturismo aperto a tutti. Casa di Tano è anche una piccola azienda agricola gestita in permacultura, con la quale producono fermentati di verdure, miso di diversi tipi e bevande come kombucha e kefir. Ma le attività interessati non sono certo finite qui.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata