Cremona domani ospiterà un’altra manifestazione spontanea, in tema con la situazione attuale legata all’estensione della certificazione verde per i lavoratori, in cui sarà ospite Roberto Nuzzo, ex sottoufficiale aeronautica militare.

1 risposta

  1. Emanuele

    Bravi! Non dobbiamo cedere! Continuiamo a manifestare, a tenere duro, a non arretrare o piegarci di un sol millimetro nelle nostre legittime convinzioni e richieste! Mi raccomando amici!
    Ci stanno togliendo progressivamente libertà di ogni genere, da tempo, anni ormai, anche se con la “scusante” della pandemia hanno decisamente messo il “turbo” a questo processo, palesando la loro vera natura e arrivando persino a portarci via il lavoro (tanto prezioso quanto indispensabile oggi) dalle mani! Queste sono le meschine attività di coloro che dovrebbero far star bene, in pace, armonia, “vera salute” (fisica, ma anche e soprattutto psicologica) il popolo che li ha “scelti” per essere rappresentato e tutelato!
    Anch’io, che sono parte di questo popolo, che come altri milioni di connazionali sono cittadino onesto, studente prima e lavoratore dopo, che ho sempre pagato tasse, contributi e “balzelli” vari puntualmente (persino in anticipo) e senza “storie”, che ho sempre cercato di comportarmi nel modo più corretto nei confronti della Patria e dei connazionali, che ho sempre timbrato al lavoro anche nei giorni più bui di Marzo/Aprile/Maggio 2020! … ecco che ora (per merito di un “capriccetto” della nostra “élite”) mi ritrovo nel concreto rischio di ritrovarmi a giorni senza un lavoro (senza molte altre pronte alternative da poter mettere in campo, e soprattutto da unico reddito famigliare che, per continuare ad arrivare a fine mese, dovrà ora far affidamento quantomeno all’ingegno…), dovendo magari tornare a contare sull’aiuto degli anziani genitori! Questi sono i pazzi che ci “governano”!!!
    Sarebbe bello almeno che riuscissimo a metterci insieme tra noi, che siamo nella medesima situazione, per trovare i nostri punti in comune, nostri punti di forza, le nostre competenze, le nostre necessità individuali, per potere almeno auto organizzarci in gruppi “di vita” autonoma nelle nostre province, dove io metto a disposizione le mie competenze e il mio lavoro a chi ne ha bisogno, per essere poi ricambiato da qualcun altro quando il bisogno sarà il mio, ecc. ecc. Avere ad esempio un medico che ti cura nel modo più onesto (e ce ne sono tanti in giro), naturale e umano possibile, solo quando veramente necessario e che ricambi poi magari con una mancia e un sacchetto di uova fresche dalle tue galline allevate in maniera biologica. In questo modo potremmo far certamente a meno di una sanità ormai gravemente allo sbando (per non dire corrotta) da anni, come progressivamente ce ne potremmo anche fregare del nostro stato ipocrita e totalmente inesistente, che sa solo ricattare facendo leva sulle nostre necessità primarie! …. E potremmo alla fine magari scoprire di vivere anche meglio in armonia con la natura e i suoi cicli! : )
    Mi raccomando restiamo uniti, aiutiamoci e non molliamo mai!!! Qui c’è in gioco non solo il nostro futuro, ma già il presente!
    Un abbraccio a tutte le persone serie, corrette, coscenziose, eque, oneste, libere che certamente sono rimaste!
    Emanuele – BG

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata