Lago di Garda l’antico Benaco.

Incominciamo la puntata dal porticciolo Vecchio di Desenzano che fu costruito durante la Repubblica di Venezia e utilizzato per lo sbarco delle derrate alimentari e delle merci, caratteristico con le sue barche ormeggiate e i palazzi che si riflettono nelle sue acque.

Desenzano il cui toponimo deriva dal latino Decentius, il presunto proprietario della villa Romana del IV secolo D.C. ricca di mosaici con annesso museo. Poi racconterò come è nato il lago secondo una leggenda e poi quale è la vera realtà sulla sua nascita di origine glaciale. Anche in queste zone è passata la terribile Inquisizione e molte streghe sono finite sul rogo, molte delle quali condannate per impossessarsi dei loro averi. Il lago un luogo ricco anche di misteri, di città sommerse, di creature fantastiche come le Aguane simili a sirene, con le dita unite e palmate come le anatre, che con il loro canto melodioso attiravano gli uomini. Tra i prodotti tipici del territorio vini come il Lugana, il Chiaretto, il Bardolino e il famoso olio, che leggenda racconta quando seppe che era stato scelto come croce per Gesù, si attorcigliò su se stesso come lo vediamo ancora ai nostri giorni. E poi i limoni altra tipico prodotto con il mito delle Esperidi.

Poi andremo al porticciolo di Lazise molto antico, località famosa per il castello scaligero e la sua cinta muraria.
Infine andremo a Peschiera del Garda di origine celtica e poi romana che deve il suo nome alle strutture le peschiere, con casotte un tempo in canne e graticci con reti e poi in metallo per la pesca.Infine andremo a Peschiera dove nasce il fiume Mincio. Vicino si trova il Laghetto del Frassino e il Santuario Madonna del Frassino a cui sono legate due leggende.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata