“La diagnosi precoce e la gestione precoce dei pazienti hanno ridotto la durata dei sintomi del COVID-19 e ridotto praticamente a zero il tasso di ospedalizzazione”. Lo dimostra uno studio, reso disponibile in anteprima dalla rivista Medical Science Monitor che ha eseguito una analisi retrospettiva sugli esiti e sui tassi di ospedalizzazione di pazienti in Italia con diagnosi confermata di COVID-19 precoce e trattati a casa entro 3 giorni o dopo 3 giorni dall’insorgenza dei sintomi con farmaci di prescrizione e non tra novembre 2020 e agosto 2021. Il lavoro ha, come prima firma, quella del professore Serafino Fazio, componente del Consiglio Scientifico del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, già professore di medicina Interna all’Università di Napoli.

1 risposta

  1. Assunta

    Un sentito ringraziamento per tutto quello che state facendo. Un grande grazie all’avvocato Grimaldi e a tutto lo staff dai dottori ai moderatori che hanno una pazienza infinita. Grazie che Dio vi benedica

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata