La vicenda dell’orso M57, al centro di diverse lotte animaliste, si chiude con una brutta notizia. Il plantigrade è stato infatti deportato in Ungheria, dovere resterà per tutta la vita chiuso in un paco per orsi e lupi nella regione di Pest.  Il parco ha 5,5 etteri di terreno, dove sono già presenti una trentina di esemplari. La lunga battaglia legale con la Provincia Autonoma di Trento sembrava vicino ad una vittoria, grazie alla scarcerazione stabilita lo scorso novembre da una sentenza del Consiglio di Stato. Ora però, a causa della presunta pericolosità dell’animale, per lui le alternative erano la cattività o l’abbattimento.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata