Cremona Ci siamo recati nel bar cremonese che aveva affisso un cartello che ha urtato la sensibilità di alcuni clienti. Abbiamo voluto indagare quali siano state le motivazioni che inizialmente avevano spinto la titolare ad esporre un simile cartello, che poi però è stato rimosso a seguito della telefonata di una ex cliente che si è sentita discriminata. L’esercente racconta anche le gravi difficoltà economiche in cui versa e dichiara con sconforto di essere consapevole di avere perso per sempre una parte della clientela. Tutto questo a causa di regole dalla dubbia finalità sanitaria.

Paola Talamazzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata