“I Sacrificabili: come uscire dalla emergenza costituzionale” è l’argomento affrontato durante la puntata di Box Salute.

Ospite in studio il dottor Luca Speciani, fondatore di Ampas e della Società Italiana di Medicina, alla quale hanno aderito 3500 medici, 3500 infermieri, 40 veterinari e 7500 fisioterapisti. Lo scopo di questa rete di associazioni di professionisti della salute è quello di creare un luogo di confronto libero e sereno adatto allo scambio di conoscenze medico-scientifiche e di cultura medica a 360°.

La Medicina che sostengono si basa sul codice deontologico della professione e quindi deve essere prima di tutto preventiva, predittiva, potenziativa, partecipata e integrata. Propongono quindi la libertà di scelta diagnostica, terapeutica e di cura, e la libertà di partecipazione nel fornire e ricevere informazioni accurate, come condizione necessaria per costruire un reale benessere delle persone.

Per contattare il dottor Luca Speciani

www.medicinadisegnale.it
www.AMPAS.info
www.laltramedicina.it
www.societaitalianamedicina.it
www.DietaGIFT.it
www.QuASA.it
www.signalmedicineacademy.com
www.naturopatiadisegnale.com

4 Risposte

  1. Adriano

    Ho seguito la vostra trasmissione e le relazioni di studi inglese tedeschi su l’alta percentuale di probabilità di infettarsi dei vaccinati rispetto ai non vaccinati, Ho cercato su internet , non solo non ci sono queste notizie ma sostengono il contrario.
    Vorrei sapere dove posso trovare una relazione che riporti dati statistici senza commenti.
    Mi è sembrato di capire che i vaccinati hanno il 35% di probabilità in più di contrarre la variante omicron, maggiore infettività, se parlate inoltre di guariti e della alta percentuale di rischio nel caso di bacino fatto dopo la malattia.
    Spero sentirvi, complimenti per la chiarezza e la serietà nell’analisi.
    Cordiali saluti Adriano

    Rispondi
    • News

      All’interno dell’articolo può trovare tutti i contatti del dottore, le chiediamo di scrivere direttamente al dottor Speciani.

      Cordialità

      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata