Guerra. In studio parliamo in primis degli accordi con la Gazprombank promossi dall’unione europea e dal Governo Draghi. Una banca presso cui Eni sembra essere in procinto di aprire un secondo conto per aderire al meccanismo di pagamento in rubli del gas russo. Poi delle dichiarazioni fatte da Mario Draghi circa 3 settimane fa in merito alla scelta tra tenere condizionatori accesi questa estate o volere la pace in Ucraina. frasi che contraddicono le scelte fatte lo stesso giorno, quando per Palazzo Chigi sono stati comprati 57 condizionatori nuovi. Infine scopriamo le ultime notizie sui bio laboratori.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata