Armare i cacciatori per contenere la crescita smisurata della popolazione dei cinghiali, frenando così l’espansione della peste suina, non è una soluzione. Bisogna cercare un altro modo, con il supporto della scienza. E’ quello che chiede L’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa) rispondendo alle continue dichiarazioni che vengono dal Governo e dagli enti territoriali, sulla necessità di una normativa nazionale che permetta di fare strage di questi animali, anche per fermare la peste suina. Per quanto riguarda un altro animale infestante, la nutria, le soluzioni alternative alle stragi entrano nelle scelte dalle amministrazioni comunali. L’ultima è quella di Pandino, che presto darà il via alla campagna di sterilizzazione per contenere la specie. Una scelta fatta già da Sesto San Giovanni. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata