Cremona. Alla gia delicata situazione dei medici di base sul territorio cremonese, si aggiunge l’impossibilità per i professionisti di essere sostituiti dai tirocinanti, salvo che non vengano pagati. Una decisione che le sigle sindacali hanno già fortemente contestato in Regione Lombardia, anche in vista delle ferie estive e dei prossimi pensionamenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata