La situazione al carcere di Cremona, dove la popolazione detenuta è composta al 71,8% da stranieri, rimane una delle più critiche a livello nazionale. Dopo le denunce arrivate dai sindacati di Polizia Penitenziaria, ora sulla questione è chiamata ad attivarsi anche la giunta comunale. Due settimane fa alcuni detenuti hanno appiccato il fuoco in alcune celle, rendendo necessaria l’evacuazione di 80 detenuti, mentre le fiamme interessavano due piani della struttura, in seguito alla sospensione della somministrazione di un farmaco a tossicodipendenti e soggetti con disturbi psichiatrici. Materassi, lenzuola e olio sono serviti per scatenare le fiamme. Tutto a qualche giorno di distanza dall’aggressione all’agente, che un detenuto aveva cercato di strangolare. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata