La gestione del verde fino ad oggi non è stata chiara trasparente né condivisa,   secondo tanti cittadini e associazioni che ora salutano con favore la convocazione , seppur tardiva, della Consulta del verde, la prossima settimana. Un’apertura alla cittadinanza che tuttavia potrà rappresentare uno strumento di confronto, in vista del quale la giunta è invitata a chiarire in consiglio comunale le operazioni economiche che hanno accompagnato i tagli delle piante negli ultimi anni e soprattutto, le azioni messe in agenda per le piantumazioni annunciate e attese dai cittadini. Il 28 giugno ci sarà la Consulta, un appuntamento che rappresenta un punto di partenza per una progettualità condivisa sul verde.  Attenzione massima è annunciata da più parti per evitare che diventi un dialogo solo di facciata. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata