Cremona. Ambientalisti in riva al Po, fiume simbolo dell’emergenza siccità, hanno scelto le spiagge di Spinadesco, nel cremonese, per un’azione di protesta. Il grido d’allarme che arriva da diverse associazioni lombarde non lascia spazio per azioni morbide: serve cambiare sistema produttivo che è caratterizzato in pianura dalla massiccia presenza degli allevamenti intensivi e di un’agricoltura non più sostenibile.

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata