In tanti mesi il fronte che si è opposto alle politiche di contenimento del covid e di vaccinazione di massa tramite farmaco ad Rmna si è rafforzato e la battaglia per la libertà e i diritti non è terminata. Nonostante la notizia di un’eliminazione dell’obbligo vaccinale per il personale scolastico che torna in servizio a settembre, annunciata dal ministro Bianchi, c’è ancora molto da fare. L’opposizione proseguirà grazie all’incontro pubblico ma anche attraverso il voto alle urne. Intanto i tribunali amministrativi e del lavoro hanno disposto diverse ordinanze di remissione per la violazione della Costituzione in merito alla sospensione degli stipendi per il personale della scuola che non si è voluto sottoporre alla vaccinazione. E’ aperto anche un ricorso alla Corte di giustizia europea.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata