Parma. Dolore e rabbia emergono dalle parole della signora Franca, che ha perso la mamma alcuni giorni dopo l’iniezione del farmaco contro il Covid che non voleva assolutamente fare. La signora Olga, infatti, ospite presso una Rsa di Langhirano, nel Parmense, non intendeva vaccinarsi ma è stata costretta a farlo dal tribunale a cui si era rivolto il responsabile sanitario della struttura in cui era ricoverata per chiedere l’autorizzazione all’iniezione. Ma può accadere che una Rsa e un giudice impongano l’inoculazione di un farmaco contro il Covid a una persona anziana che rifiutava il vaccino e che, obbligata a farlo, ha perso la vita dopo alcuni giorni? I familiari e l’associazione Sindacato Azione hanno manifestato il loro dissenso anche davanti al tribunale di Parma che ha imposto la vaccinazione alla signora Olga, affinché qualcuno paghi per questa ingiustizia.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata