Si parla di un’ondata di caldo senza precedenti che sta colpendo l’Europa e che non accenna a placarsi, sta avendo conseguenza senza precedenti anche nelle regioni tradizionalmente fredde, come il Circolo polare Artico.
Al Polo nord si è registrato un caldo record. Si è passati da 20 gradi sotto zero a 13 gradi in un mese. Un analisi svolta dai ricercatori del Cnr hanno registrato un aumento della temperatura media annua in Artico di circa 3 gradi centigradi in soli 10 anni. Sempre secondo gli esperti l‘Artico è vittima dell’attività dell’uomo e può condizionare il clima su scala globale. Per questo serve una rapida transizione verso un sistema più sostenibile.

Tra le conseguenze, l’accelerazione della fusione dei ghiacci e ripercussioni ambientali come il ritorno del freddo in Canada e in Usa.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata