Una mattinata di intenso lavoro per i Vigili del fuoco di Cremona e la Polizia Locale, alle prese con i tanti disagi legati alla forte pioggia che si è abbattuta in città.  Molte strade sono rimaste allagate, come via dell’Annona angolo via Lucchini; la rotonda di via Mantova e viale Po.  Ma problemi si sono registrati anche in via Eridano, lungo la tangenziale. Tante le chiamate che si sono susseguite per richiedere l’intervento dei vigili del fuoco a causa dell’acqua che ha invaso anche le abitazioni private, cantine e soffitte. Regione Lombardia ha diffuso un’allerta arancione dalla mezzanotte di ieri. La fase più critica indicata è per tutta la giornata di oggi, oltre alla mattina quella del pomeriggio sera, con un rinforzo dei venti anche in pianura. Condizioni che hanno fatto scattare il pre allerta di Polizia Locale, AEM S.p.A. e Padania Acque. I cittadini temono però che alcune piante, segnalate per il rischio crollo, possano effettivamente abbattersi sulle strade o sulle case. Un’estate che ha fatto assaggiare l’intensità delle precipitazioni e la violenza del maltempo anche a causa dei cambiamenti climatici: la provincia cremonese è stata travolta poco più di un mese fa dal nubifragio che ha creato tantissimi problemi a edifici viabilità, con danni economicamente rilevanti e stimabili in oltre 2 milioni di euro. Per gli eventi estremi di luglio la Regione ha chiesto lo stato di calamità.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata