Cremona. La grave crisi idrica che ha colpito le campagne cremonesi ha messo in difficoltà l’agricoltura, le coltivazioni: ora le poche piogge e le falde ancora utilizzabili hanno solo in minima parte ammortizzato il problema ma, come ricorda il professor Riccardo Groppali, le risorse non sono infinite e per questo bisognerebbe rivedere il sistema delle coltivazioni.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata