Giganti, veri e propri “giardinieri” “ingegneri” e amici del clima minacciati dalla distruzione dell’habitat e dal bracconaggio. Gli elefanti di savana e di foresta, di cui oggi ricorre la giornata mondiale, hanno subito un drammatico declino negli ultimi decenni e a causa del commercio delle loro preziose zanne ne vengono uccisi 20mila l’anno. Se la popolazione dell’elefante di savana ha subìto una riduzione del 60% negli ultimi 50 anni, va ancora peggio per l’elefante di foresta, la cui popolazione negli ultimi vent’anni è passata da 270.000 esemplari a meno di 75.000. Dai 12 milioni stimati circa un secolo al mondo ne sono rimasti 415mila e per salvaguardarli il WWF ha messo in campo nuove tecnologie nonché una dura lotta al bracconaggio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata