Sono salvi almeno fino al 18 agosto i 140 animali della Sfattoria degli Ultimi. Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso per la sospensiva del provvedimento dell’Asl Roma 1, notificato lunedì scorso, che dispone l’abbattimento dei maiali e dei cinghiali ospitati nella struttura di via Arcore a Roma, zona rossa per la presenza di peste suina africana. Il ricorso è stato immediatamente presentato dai titolari della Sfattoria degli ultimi con il supporto di numerose associazioni animaliste. Le parti hanno tempo fino al giovedì per portare documentazione a sostegno delle proprie tesi. La battaglia prosegue su due fronti, quello legale e quello istituzionale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata