Cremona. I cittadini cremonesi che hanno bisogno di fare visite o esami in ospedale sono sempre più indispettiti dai tempi d’attesa, letteralmente biblici, per poter accedere al servizio sanitario pubblico. Chi ha le possibilità economiche si vede costretto a prenotare privatamente. C’è chi approfitta della calma di agosto, dovuta al periodo di ferie, per non essere costretto ad aspettare fino a dicembre. Chi non può permettersi una visita privata rischia di vedere aggravarsi una patologia, talvolta con esito fatale.

Paola Talamazzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata