Agire sul verde e sul patrimonio storico artistico: una duplice valorizzazione che può essere messa in programma con le giuste competenze in modo coordinato e  parallelo. E’ quetsa l’indicazione che Italia Nostra dà in vista di settembre e della ripresa delle attività. In agenda  deve essere messo in primo piano il rilancio della qualità della vita a Cremona, per agli bitanti e per rendere la città più appetibile ai visitatori. Di pari passo va portata avanti la valorizzazione storica, in particolare il capitolo delle mura della città e del bastione, trascurati e non ancora al centro di un recupero e una manutenzione adeguati; anzi nel caso dell’ex Snum vissuti come ostacoli allo sviluppo di aree commerciali. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata