Bollette triplicate, la piscina di Verolanuova (Bs) anticipa la chiusura

Bassa Bresciana Dai 4mila euro mensili totali del 2021 sborsati per pagare le bollette di gas, luce e acqua ai 12mila euro del 2022. Da 0,17 centesimi al metro cubo, il prezzo del gas è schizzato a 1.10. Mantenendo per diverse ora al giorno le luci spente già sostituite con lampadine a Led, dai 3500 euro ai 6mila l’aumento è stato veloce. Sono i numeri dell’impatto che l’incremento dei costi dell’energia ha avuto sulla gestione della piscina comunale di Verolanuova. Si tratta di uno degli impianti coperti, a cui si aggiunge una piscina esterna per i mesi estivi, più frequentati della bassa bresciana, con i suoi 4000 soci, il 10% del paese, il resto tra scolaresche e utenza privata provenienti dai comuni limitrofi. Per fronteggiare il caro energia e non dover ritoccare le tariffe in modo consistente, il Gruppo Sportivo Verolese, fresco di 50esimo anniversario di fondazione, ha deciso per la chiusura anticipata di un’ora e l’abbassamento di mezzo grado della temperatura dell’acqua. 

Barbara Fogazzi